Ahi.

C’è così tanto amore in queste parole.
Fossero lettere, questioni, accadimenti, timori, le sceglierei per guardarmi indietro ogni volta che non ho saputo.
E non so, del resto, oggi.
Rispondermi come se piovessi contorni degni d’approvazione e di riconoscimenti. Li ho mancati quasi tutti, sono scappata a ritroso.
M’appaiono i ricordi chissà da dove e chissà per come.
Li ho appesi ed espressi come desideri bruciati su una consonante spigolosa. Pur di non deludere. Per un adattamento che rischiava di capovolgere ogni senso di ragione.
Ero proprio io.
Le mie mani che scrivevano, che truccavano palpebre appesantite dal silenzio, che mostravano equilibri immaginati di nascosto.
Tra e tra.
Ero proprio io.
Così tanto amore da mettere dentro alla confusione e dietro la collera, da mangiarci accanto ogni sera come fosse un ospite stanco.
Prego, venga.
Sono abituata.
Tanto amore da sognarlo per strada, fra gli incidenti che racconti come fossero accaduti ad altri. E leggerezze offese per la mia sola svista, di tenermi aggrappata ad un’ideale mai visto.
Avrei meritato spalle più brevi degli appuntamenti in ritardo.
Fa nulla, ritorno.
Oggi sembra che mi pesino le prospettive che cercavo, sembra io abbia fatto il pieno, sembra non abbia chiesto ‘permesso’ alla mia forza incantata di fronte alle novità.
L’anima me la ritrovo fra i passi e fra le colazioni, fra i termini che qualcuno mi spiega con pazienza di fascino.
Mi si stringe il cuore con tutto questo amore.
Eppure mi apre il torace e s’insinua con le favole, con le cure, con le metafore.
Stretta, aperta, insinuata, l’anima vince i colori della sera. E me li restituisce per ciò che volevo.
Ho sempre pensato di aver creduto e invece mi scopro arresa. Da un bel po’. O concentrata su altro.
Se scosto la pietra, ora voglio.
Non era nemmeno un macigno.
Il cuore torna rosso e pulsa.
Pare pianga.
Lo sento ridere.
Sarà solletico.
Sarà una sfilza di pizzicotti brevi.
Ahi.
Mi punge anche la milza.
Non so cosa sia.
Mi sono divertita.
Non so cosa sia.
Mi sono innamorata.
Non so cosa sia.
L’amore.
Che mi fa fare.
Qui, è sempre stato qui.

©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...